Il borgo con il “cielo più bello d’Italia” contro l’inquinamento luminoso: “Fa male all’economia e alla nostra salute”

Il comune di Ossana in alta Val di Sole, insignito nel 2017 con il titolo di “borgo con il cielo più bello d’Italia”, aderisce alla giornata M’Illumino di Meno ideata da Caterpillar e Rai Radio 2. Un modo per sensibilizzare dai rischi ormai conclamati dell’abuso di luci nei nostri centri urbani e diffondere stili di vita più corretti

Non è solo un’immagine poetica o una questione di sensibilità ambientale. Tutelare il buio della notte è anche un ottimo investimento in favore della nostra salute. L’inquinamento luminoso è una bomba a orologeria ormai appurata dai medici. L’eccessiva esposizione alle fonti luminose riduce la produzione di melatonina e sconvolge il ritmo sonno-veglia. Conseguenze? Stress, stanchezza, aumento di peso. E anche il rischio di cancro cresce del 30%.

Per un’amministrazione pubblica sensibilizzare i cittadini sull’importanza di tagliare le luci non necessarie e scegliere forme di illuminazione meno impattanti è quindi cruciale. In l’Italia poi il problema è ancora più diffuso che altrove. Otto italiani su dieci (a fronte di una media europea del 60%) non possono vedere il cielo stellato incontaminato. Per troppi, osservare la Via Lattea, dichiarata patrimonio dell’umanità dall’Unesco, è ormai una chimera.

Per questo il Comune di Ossana, nell’alta Val di Sole, come ogni anno, ha deciso di aderire il 1° Marzo prossimo alla nuova edizione di M’illumino di Meno, la giornata del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili, ideata nel 2005 da Caterpillar e Rai Radio2 per chiedere ai propri ascoltatori di spegnere tutte le luci che non sono indispensabili. Un’iniziativa simbolica e concreta che fa del bene al pianeta e ai suoi abitanti ma che per il borgo trentino assume una valenza in più.

Il borgo di Ossana è stato infatti insignito fin dal 2017 del riconoscimento di “cielo più bello d’Italia” da “Astronomitaly”, Rete Nazionale del Turismo Astronomico, con l’obiettivo di valorizzare i luoghi a bassa percentuale di inquinamento luminoso. “Siamo ormai un punto di riferimento ben conosciuto dai tanti appassionati di astronomia che sanno di poter trovare qui da noi le condizioni ideali per osservare l’universo che ci circonda” spiega il sindaco di Ossana, Luciano Dell’Eva.“Tutelare il nostro cielo dall’eccessivo inquinamento luminoso è quindi un investimento per il futuro ma anche un’occasione per diffondere corretti stili di vita tra i nostri cittadini e i nostri ospiti”.

Per celebrare la Giornata M’Illumino di meno, la sera del 1° Marzo verrà organizzata nel cinema comunale di Ossana una proiezione, ad ingresso gratuito, del docu-film Human di Yann Arthus-Betrand, presentato fuori concorso alla 72a edizione della Mostra internazionale del cinema di Venezia. Nel film vengono proposte le interviste di 110 persone di tutto il pianeta su varie tematiche della vita. Le interviste si susseguono rapidamente senza lasciare allo spettatore particolari riferimenti visivi sulla provenienza geografica dell’interlocutore. All’iniziativa aderiscono anche i Comuni della gestione associataVermiglio, Peio e Pellizzano, che spegneranno l’illuminazione pubblica dalle 19 alle 20.30.

FONTE: COMUNICATO STAMPA

Un pensiero riguardo “Il borgo con il “cielo più bello d’Italia” contro l’inquinamento luminoso: “Fa male all’economia e alla nostra salute”

  1. Il cielo stellato è una cosa incredibile. l’ho visto di recente, da un villaggio del Burkina Faso rimasto senza corrente elettrica. Non ci si crede quante stelle possano esserci e che normalmente non riusciamo a vedere.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...