Il condizionatore costa alle famiglie italiane 410 euro ogni estate. Ecco come tagliare la bolletta

Hand with remote control directed on the conditioner

Basterebbero 5 accorgimenti per risparmiare oltre 200 euro con i consumi dei condizionatori. A diffondere i dati della ricerca – che riportiamo – è facile.it. Adottare accorgimenti permette di tagliare le bollette e essere più Eco-friendly!

Milano, luglio 2015 – L’estate è entrata del vivo, anche per quello che riguarda le sue temperature, e milioni di italiani mandano al massimo i condizionatori, causando lunghi black out e sostenendo notevoli spese. Secondo i calcoli di Facile.it (http://www.facile.it/energia-elettrica-luce.html), comparatore specializzato anche nel settore delle tariffe energetiche, la spesa media che le famiglie italiane sostengono per stare al fresco in casa propria, se hanno un condizionatore, è di ben 410 euro ad estate.

La cosa più curiosa, però, è che basterebbero alcuni piccoli accorgimenti per arrivare a dimezzare questa cifra e risparmiare centinaia di euro senza necessariamente soccombere alla calura estiva. Ecco i cinque più importanti:

  1. Deumidificare, non ghiacciare. La sensazione opprimente del caldo è spesso causata più dall’umidità che dalla temperatura; per questo motivo è bene preferire la funzione di deumidificazione a quella di raffrescamento puro e semplice; facendo così il risparmio annuo sarà di ben 55 euro.
  2. Diversi, come il giorno e la notte. Questo antico detto vale per le persone, ma anche per i gradi da impostare nel termostato. Se si procede ad una corretta programmazione notturna della temperatura ve ne saranno grati sia il vostro fisico, sia il vostro portafogli che risparmierà 42 euro ogni anno.
  3. La pulizia è guadagno. Chi ha installato un impianto di condizionamento domestico sa che in primavera i manutentori cominciano a ricordare la necessità di fare la verifica di funzionalità degli apparecchi. Quando arriva la chiamata non fa ancora così caldo e il rischio è quello di ignorare la giusta richiesta del tecnico. In realtà effettuare una manutenzione regolare sul condizionatore e pulire i filtri una volta all’anno equivale ad un risparmio di 33 euro.
  4. Non fate scappare il fresco. Lo avete ottenuto con fatica, anche economica; allora per quale motivo far uscire il piacevole frescolino che avete in casa? In troppi sottovalutano l’importanza del tenere chiuse le porte dei locali da non rinfrescare; lasciare aperta la porta del corridoio o dello stanzino può costarvi fino a 28 euro ogni anno.
  5. Cambiare fa bene. I comportamenti corretti sono certamente utili, ma anche la tecnologia ha il suo, notevole, peso economico; sostituire un condizionatore di classe B con uno di classe A++, ad esempio, fa risparmiare 78 euro all’anno.

Ecco di seguito una tabella che riassume i comportamenti indicati e il relativo risparmio annuo sulla bolletta dell’energia elettrica:

 

Comportamento Risparmio
Preferire la funzione “deumidificatore” 55€
Programmare la temperatura nelle ore notturne 42€
Effettuare manutenzione  e pulizia annuale 33€
Chiudere le porte degli ambienti da non rinfrescare 28€
Sostituire il condizionatore di classe B con uno di classe A++ 78€
Totale risparmio annuo dei 5 comportamenti indicati 236€

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...