#SprecoZero, nei ristoranti di Capannori con l’Ecovaschetta porti a casa il cibo avanzato

ecovaschetta_sprecozero

Mai più spreco di cibo nei ristoranti di Capannori, comune nel lucchese che da anni ha l’obiettivo di arrivare all’ambizioso, ma non impossibile, risultato d rifiuti zero. Si è appena conclusa la “Settimana europea per la riduzione dei rifiuti” 2014 e il Comune ha lanciato la campagna #SprecoZero: l’#ecovaschetta per portarsi a casa il cibo non consumato al ristorante. “La potranno avere gratuitamente i clienti negli esercizi pubblici aderenti all’iniziativa #sprecozero. Una volta utilizzata, e magari ri-utilizzata, i cittadini potranno gettarla nel bidoncino dell’organico, perché è al 100% biodegradabile e compostabile“. Si legge nel comunicato diffuso dal Comune per l’iniziativa dedicata alla SERR14 accompagnata anche a dei punti informativi sul territorio.

“Promuovere un’attenzione all’ambiente, soluzioni pratiche per evitare gli sprechi e piccoli gesti di ogni giorno che permettono di costruire un futuro di qualità per le prossime generazioni sono tra le priorità di questa amministrazione – commeha commentato nta l’assessore all’ambiente, Matteo Francesconi -. In linea con questo abbiamo aderito alla “Settimana europea per la riduzione dei rifiuti”. Sono certo che tutti insieme dimostreremo ancora la forza, il coraggio e la visione della comunità di Capannori per avvicinarci all’obiettivo ‘Rifiuti Zero’. Ringrazio tutti i soggetti che hanno aderito all’iniziativa perché grazie a questo gioco di squadra saremo in grado di ottenere dei risultati importanti”.

Secondo uno studio della Fao ogni anno un terzo del cibo prodotto, pari a 1,3 miliardi di tonnellate, non viene consumato, finendo nei rifiuti. In Italia lo spreco ammonta a 8,1 miliardi di euro l’anno, con una media di 6,5 euro a settimana a famiglia. Capannori ha quindi aderito alla “Settimana europea per la riduzione dei rifiuti” grazie alla sinergia con il mondo del volontariato, associazioni di categoria e altri soggetti che da anni sono attivi su questo fronte.

Per informazioni: http://www.comune.capannori.lu.it, 0583/428235, sindaco@comune.capannori.lu.it, Ascit, http://www.ascit.it, 800 942951 (numero verde) urp@ascit.it, Daccapo Emporio del Riuso di Coselli 333 7828837 (conferimento mobilio), 327 1574258 (Caritas Docesi di Lucca), Centro del riuso di Lammari 370 30 77257 (conferimento mobilio e vestiario), http://caritas.diocesilucca.it

Una iniziativa davvero encomiabile che abbiamo sentito molto vicina perché sono molti i ristoratori che ordinano a Minimo Impatto le ecovaschette per il cosiddetto DoggyBag!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...