Cinema ed Ecosostenibilità. Presentata la 3a ed. del @GreenDropAward e premiato Francesco Rosi

Premiazione-FrancescoRosi_credit-Mario-Calamita

Presentata a Roma la terza edizione del Green Drop Award, premio conferito al film più ecosostenibile del festival internazionale del Cinema di Venezia.

Nella serata, che si è tenuta alla Casa del Cinema, è stato premiato Francesco Rosi per l’alto valore ecosostenibile di Le mani sulla città, film sempre attuale. Ecco il comunicato di Green Cross.

Il regista Francesco Rosi premiato per l’impegno “green”

Riconoscimento al maestro dall’associazione ambientalista Green Cross per il film di denuncia sociale e ambientale “Le mani sulla città”

«Un’opera di crudele attualità». Così il regista Francesco Rosi ha definito il suo film capolavoro, “Le mani sulla città”, proiettato ieri 26 giugno, in versione restaurata, a Roma alla Casa del Cinema dall’organizzazione ambientalista Green Cross Italia. Durante l’evento, organizzato in collaborazione con Anac, l’Associazione nazionale autori cinematografici, e il Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma, il maestro ha ricevuto un premio speciale da Green Cross: il “Blue Drop Award”. Si tratta di una versione straordinaria in vetro blu di Murano della goccia Green Drop, il premio che l’associazione attribuisce ogni anno al film più ecologista tra quelli in concorso alla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica della Biennale di Venezia. Una goccia che simboleggia la forza di ogni piccola azione anche quella, potentissima, di un film.«Un premio che mi onora e mi emoziona», ha dichiarato il maestro Rosi. «Questo riconoscimentomi gratifica perché nel mio lavoro di regista ho sempre cercato di realizzare qualcosa di culturalmente utile. L’arte non è nulla se non è utile, ne sono convinto. Non c’è il bello da solo. Con questo film ho cercato di capire che cos’è Napoli e cosa possiamo fare noi per migliorare la situazione del nostro Paese». Presente all’evento anche il regista Ugo Gregoretti, presidente dell’Anac, e i ricercatori del Pnra, il Programma nazionale di ricerche in Antartide dell’Enea e del Cnr. La terra che verrà posta all’interno del prossimo trofeo Green Drop proviene infatti dal Polo Sud.

Foto: credits Mario Calamita

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...