La sfida della provincia di Roma? La raccolta differenziata porta a porta

Riprendiamo il seguente post edito sul portale di Novamont. Noi di raccolta differenziata, di prodotti biodegradabili e compostabili (dal catering ai sacchetti!) in primis ce ne intendiamo e è un piacere veder la nostra provincia (di Roma) che si lancia in una sfida vitale: il porta a porta!

Raccolta differenziata porta a porta: la sfida della provincia di Roma

Dal 2008 la Provincia di Roma ha raggiunto con la raccolta differenziata porta a porta circa 925.000 cittadini. Fondamentale l’investimento di oltre 27 milioni di euro dell’amministrazione provinciale. 
La provincia di Roma, dal 2008 ad oggi, ha finanziatosessantanove progetti in materia di raccolta differenziataporta a porta. L’investimento dell’amministrazione provinciale, di oltre 27 milioni di euro, ha contribuito ad accrescere il numero di abitanti serviti dalla raccolta differenziata porta a porta, passando dai 25.000 a 925.000.

L’obiettivo della Provincia è quello di coinvolgere nella raccolta differenziata un milione di cittadini , perciò a breve saranno avviatinuovi progetti per il porta a porta in 13 Comuni per un contributo di 2,9 milioni di euro. Inoltre, saranno realizzati altri noveecocentri, arrivando così a 44 centri di raccolta per un totale di 6,4 milioni di euro di investimento.

Nel 2012, il presidente della Provincia Nicola Zingaretti ha affermato che sarà avviata una campagna di comunicazione per coinvolgere attivamente i cittadini nella riduzione dei rifiuti e che presto farà un tour delle capitali europee per analizzare lemigliori pratiche riguardanti la gestione dei rifiuti ed il riciclo in Europa.

L’assessore provinciale all’Ambiente, Michele Civita , ha voluto infine sottolineare l’importanza nell’ambito del porta a porta, dellaraccolta dell’umido.
“Ogni anno, nella provincia di Roma, si producono in media 100 chili di rifiuti organici per abitante. Facendo un rapido calcolo e moltiplicando questa quantità per un milione di cittadini serviti dal porta a porta, si capisce quanto sia importante questo sistema”. È importante chiudere il ciclo con gli impianti di compostaggio. La Provincia ne ha già finanziati quattro: Anguillara SabaziaVelletriGallicano e della Comunità montana, per un investimento totale di 3,4 milioni di euro”.

http://www.novamont.com/press/default.asp?id=737&id_n=11469

4 pensieri riguardo “La sfida della provincia di Roma? La raccolta differenziata porta a porta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...