Gli Eco certificati o Certificati Verdi

I Certificati Verdi (introdotti nel 1999) sono titoli annuali che attestano che l’energia é stata prodotta da fonti rinnovabili e assimilate. Il Certificato Verde (uno ogni 50 MWh) è attribuito all’energia elettrica prodotta mediante l’uso di fonti energetiche rinnovabili, da impianti entrati in esercizio dopo il 1° aprile 1999 e per i primi 8 anni di esercizio. Quseto titolo è uno strumento alternativo che soddisfa l’obbligo, imposto a decorrere dal 2002 ad ogni produttore/importatore di energia, di immettere annualmente in rete una quota minima di energia prodotta da fonti rinnovabili pari al 2% di quanto prodotto o importato da fonti convenzionali nell’anno precedente. Cioé, una società può acquistare certificati verdi da terzi. A tale scopo i certificati verdi sono negoziati sul mercato organizzato dal Gestore del Mercato Elettrico (GME) o liberamente tra operatori.

I Certificati Bianchi (introdotti nel 2004) sono invece titoli di efficienza energetica (TEE). A differenza dei certificati verdi, che agiscono sulle fonti di energia, i certificati bianchi agiscono sull’uso dell’energia. I distributori di energia elettrica e di gas naturale, così come le società da essi controllate e le energy services companies (E.S.Co) operanti nel settore dei servizi energetici hanno l’obbligo di raggiungere risparmi energetici annuali. Per adempiere agli obblighi e ottenere il risparmio energetico prefissato i distributori possono
1. attuare progetti a favore dei consumatori finali che migliorino l’efficienza energetica delle tecnologie installate o delle relative pratiche di utilizzo

2. acquistare TEE da terzi attestanti il conseguimento di risparmi energetici. Nel caso della scelta della prima opzione, i distributori possono realizzare progetti direttamente oppure tramite società controllate, o ancora attraverso le E.S.Co. In caso di valutazione positiva, l’Autorità per l’Energia Elettrica ed il Gas (AEEG) richiede al GME di emettere a favore del soggetto attuatore del progetto Titoli di Efficienza Energetica corrispondenti ai risparmi certificati (in numero e tipologia).
La compravendita di questi titoli avviene tramite contratti bilaterali o in un mercato apposito istituito dal GME e regolato da disposizioni stabilite dal GME d’intesa con l’AEEG. Le E.S.Co dispongono dei Certificati Bianchi, attraverso la realizzazione di interventi di efficienza energetica. Ogni certificato bianco equivale a una tonnellata di petrolio risparmiata. Le E.S.Co possono vendere e acquistare questi titoli tramite accordi bilaterali oppure sulla piattaforma gestita dal GME.
I vantaggi dei Certificati Bianchi sono duplici:

1) la riduzione delle emissioni dei gas serra (al fine del rispetto dei limiti imposti dal Protocollo di Kyoto) e dell’inquinamento derivanti dalla produzione e dal consumo di energia;
2) la riduzione della spesa energetica per gli utenti finali.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...